Quello che non fotograferei…

l'ignoranza

L’ignoranza si sta espandendo in modo terrificante.

José Saramago

L’anno è iniziato con la partecipazione al concorso interno al gruppo “Tony Miroballo Consigli di Fotografia“. Non è andata bene perché non mi sono classificato, ma come spesso accade è servito alla mia formazione fotografica. Il tema era ostico e attorno a questo concorso ci sono state discussioni che si sono sviluppate negli ultimi mesi. Non entro in merito perché non è oggetto di questo post. Mi limito a presentarvi il mio lavoro.

Contest: “Quello che non fotograferei…”

TITOLO
“L’ignoranza”

DIDASCALIA
Ho sempre immaginato l’ignoranza come un insieme tortuoso di rami dell’albero della malvagità umana. Rami che si protendono pericolosamente, sempre con maggior intensità, verso le parti più fragili della nostra società che, come un canneto, si abbandona al vento dei forti. L’ignoranza ha la straordinaria capacità di estendersi e di invadere lentamente gli spazi che gli sono concessi e la sua velocità di propagazione è oggi amplificata dalla tecnica e da quelle tecnologie che alimentano l’assurdo. E quando i rami di quell’albero avranno conquistato tutto non sarà più possibile agire e, forse, già ora è troppo tardi.

MOTIVAZIONE
Quando ho visto l’albero e il canneto non ho pensato a loro come tali, ma come ad una raffigurazione di quanto osservo nel mondo. In altre condizioni, senza lo stimolo che nasce dalla ricerca voluta dal contest, non li avrei mai fotografati come la rappresentazione del dilagare dell’ignoranza sulla fragilità umana, ma semplicemente come un albero e un canneto.

clicca sulla foto per ingrandirla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-color: #000000;background-size: initial;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}